Manifesto
VideoSeedsOfLive
pdl
Manifesto

Siti amici

dolcevita

droghe.aduc.it/

softsecrets

CanapaMedica


frigolandia

nonso

altrestorie.org

aam_terra_nuova

il_manifesto

liberazione.it

il_blog_di_beppe_grillo

fuoriluogo.it

ecofantascienza.it

stampa alternativa


Serpelloni e il Romanticismo Oscurantista

La legge 49/2006 tristementa nota come Fini Giovanardi, varata frettolosamente il 21 Febbraio 2006 all’interno del decreto per le olimpiadi di Torino negli ultimi mesi dell’allora governo Berlusconi, eliminò la discrezione interpretativa prevista dalla precedente 309/90 e inserì con le tabelle il concetto di “limite quantitativo massimo riferibile ad uso esclusivamente personale” oltre il quale è automaticamente spaccio.

Le quantità in principio attivo, furono stabilite in:

- 500 mg per il THC, principio attivo della cannabis che equivale a grammi 2,5 di erba al 20% di THC.

- 250 mg di eroina (etilmorfina), che corrisponde a diversi grammi di eroina se consideriamo che quella che gira va dal 2 all’8%.

- 750 mg di principio attivo per la cocaina che tradotto sono almeno 3 grammi della cocaina offerta dal mercato illegale.

Lo avevamo scritto e denunciato per tempo, ancora prima del varo della triste legge, dicevamo che avrebbe favorito il redditizio e esentasse mercato delle “DROGHE PESANTI”, non bisogna essere veggenti per capire che per chi spaccia nei bar, ai giardinetti, negli stadi o al muretto negli innumerevoli quartieri del nostro Paese sarebbe diventato molto più redditizio e meno pericoloso spacciare Cocaina ed Eroina dato che oltre ai ricavi anche i quantitativi, oltre ai quali diventa spaccio, per la cannabis sono i più bassi.

A questa infame legge si deve l’enorme incremento dello spaccio e dell’uso sempre più diffuso della cocaina e il ritorno in auge di una sostanza che era oramai obsoleta, l’eroina è usata per abbattere il down da coca, come “discesa dolce” dopo due o tre giorni di abuso senza sonno.

E veramente “stupefacente” la faccia tosta di Serpelloni ( capo dipartimento del DPA) quando afferma che la cannabis funzionerebbe come innesco per l’approccio con l’eroina, spacciando menzogne consapevoli tipo: “chi semina cannabis raccoglie eroina“, riproponendo una vecchia tesi smentita dai fatti, la cannabis è una sostanza non da “ingresso” ma da “uscita” come sempre più ricerche documentano …che poeta, è possibile godere delle sue prose al link: http://droghe.aduc.it/notizia/eroina+ritorno+strada_126779.php

La Fini/Giovanardi invece produce incremento delle tossicodipendenze, favorisce gli affari delle narcomafie e riempie le carceri di consumatori di cannabis il cui unico problema non è il consumo di sostanze ma il proibizionismo che gli rovina la vita.

La propaganda proibizionista ha il sapore dell’oscurantismo medioevale e vede di nuovo “Sepolte in queste rive le magnifiche sorti e progressive” (Giacomo Leopardi).

MILLION MARIJUANA MARCH (Italia)

Condividi su:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks

1 comment to Serpelloni e il Romanticismo Oscurantista

Leave a Reply

 

 

 

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>